Rome’s New year Winter Jam of Arts 2018 – 2019 !!

A Roma Winter Jam of Arts del nuovo anno 2019 – 2020 !! Settima edizione!

Primo evento: Venerdì 27-28-29-30 Dicembre 
Secondo: 30-31 Dicembre 1-2 Gennaio e

Terzo:   2-3-4-5 Gennaio 

 

 

Hello to everyone!

 

Salve a tutti!

Siamo molto lieti di proporvi la nuova edizione di Winter Jam of Arts del nuovo anno 2019-20 in uno splendido agriturismo a Roma nord immerso in un grande bosco. Ci saranno laboratori di contact, di Body Mind Centering (BMC), di improvvisazione, di Watsu, tante jam, uso di piscina calda termale, bagno turco, grotta di sale, musica dal vivo e tanto cibo di cucina italiana!

Siete tutti invitati a ballare, nuotare rilassarsi, incontrare persone da tutto il mondo ed improvvisare!

 

Il festival si svolgerà il 27 Dicembre – 5 Gennaio suddivisibile in tre parti. 

Il primo ci sarà il 27 – 30 Dicembre

Il secondo 30 Dicembre – 2 Gennaio,

il terzo il 2 – 5 Gennaio.

Si può partecipare a uno o massimo due eventi! 

Vi consigliamo vivamente di prenotarvi il prima possibile.

 L‘evento include:

– più di 30 ore di laboratori
– più di 75 ore di jam in sala e in piscina
– musica dal vivo
– uso tutto il giorno della piscina termale
– uso del bagno turco, della grotta di sale (haloterapia) e della zona relax
– grandi e ben riscaldati appartamenti
– cibo italiano tradizionale e cibo vegetariano.

Gli insegnanti sono:

Urs Stauffer

Ippokratis Veneris

Claudio Jalesh Petrassi

I musicisti:

Angelina Yarsheva

Giusi Bulotta

eee

Arrivo:

Il posto si trova a Roma nord ed è molto facile da raggiungere sia in macchina che in treno e anche in treno direttamente da Fiumicino Aeroporto come anche dal centro di Roma.

ooo

Nota: Per partecipare all’evento non c’è bisogno di essere danzatori o artisti in quanto il festival si rivolge a persone che vogliono sperimentare con l’arte e il movimento, indipendentemente dal fatto che abbiano una precedente esperienza. L’obiettivo è quello di esplorare e scoprire le diverse capacità che esistono dentro di noi e… buon divertimento!

dddddddd

xxxxxxxx

Ecco il programma

 

Evento 27-28-29-30 Dicembre

 

Venerdì 27 Dicembre

Sabato 28 Dicembre

 

Domenica 29 Dicembre

 

Lunedì 30 Dicembre

 

 

Evento 30-31 Dicembre 1-2 Gennaio

bbbbb

Lunedì 30 Dicembre

 

Martedì 31 Dicembre

 

Mercoledì 1 Gennaio

 

Giovedì 2 Gennaio

 

 

Evento 2-3-4-5 Gennaio

Giovedì 2 Gennaio

 

Venerdì 3 Gennaio

 

Sabato 4 Gennaio

 

Domenica 5 Gennaio

 

Hall 1: Sala danza

Hall 2: la piscina calda

Nota: La piscina termale calda si trova accanto alla sala danza ed è profonda circa 145cm quindi non è obbligatorio saper nuotare comunque ognuno è libero di decidere se partecipare oppure no agli eventi nella piscina. 

Prezzi:

– la quota per partecipare a due eventi dei 7 giorni (27 Dicembre – 2 Gennaio o 30 Dicembre – 5 Gennaio) è 340€

– la quota per ogni singolo evento (del 27 – 30 Dicembre o 30 Dicembre – 2 Gennaio o  2 – 5 Gennaio) è di 195€.

Nota: se per motivi particolari, qualcuno vorrà partecipare a tutti e tre gli eventi, ci può contattare privatamente (prezzo 520€).

Nella quota sono inclusi tutti I laboratori, tutti gli eventi, tutti I pasti e l’alloggio in appartamenti eleganti e spaziosi con altre 3-4 persone (ogni appartamento è di 55 mq e in ognuno ci sono dei condizionatori d’aria calda e bagni grandi, -vedi le foto) e l’uso della piscina termale.

info: per avere ulteriori informazioni sull’iscrizione, sul pagamento e info come raggiungerci (zona Roma nord) potete scrivere una email a veneris.i@romacontact.com.

tel: 0039 3287213546

 

Parte delle strutture a nostra disposizione (piscina riscaldata con acqua termale)

P

Appartamenti

Parte della sala danza

 

riaAlcuni degli abitanti della fattoria biodinamica che include anche pecore, capre, conigli ed altri animali

…………

Urs Stauffer. Non si considera un danzatore ma qualcuno che danza, che cerca con l’aiuto e attraverso il movimento.
Ottiene il certificato in “Educatore del Movimento Somatico” (SME) in Body-Mind Centering®.
Dopo aver scoperto la Contact Improvisation nel mezzo degli anni 80, vive dal 1989 al 1991 a Berlino, dove si forma per lo studio del movimento e della danza.
Inizia anche in quel periodo ad insegnare la Contact Improvisation al Tanzfabrik di Berlino.
Dopo la caduta del muro di Berlino, crea la sua propria compagnia a Potsdam, con la quale fonda il Festival Potsdamer Tanztage.
Tra 1989 e 1990 fa degli incontri decisive, in particolar modo con Steve Paxton e Bonnie Bainbridge Cohen. Diventano i suoi Maestri con le quali continua ad aggiornarsi e studiare. Queste due figure importanti insieme ad Anna Halprin costituiscono la sua maggiore ispirazione, aggiungendo anche al suo insegnamento il proprio vissuto quotidiano e l’osservazione della Natura e della “gente senza importanza”.
Da quando è tornato a vivere in Svizzera si dedica all’insegnamento contemplando un pubblico vario che spazia dai livelli amatoriali a quelli professionisti. Viene inserito all’interno di formazioni professionali in diversi paesi europei, in diverse scuole di danza e teatro.
Le sue performance sono state presentate in Svizzera, Italia, Francia, Germania e Cipro. (foto: Jean-Luc Fortin)

 

ggggggg

Titolo del workshop di Urs (evento 27 – 30 Dicembre):  Esplorando la gravità.

In questo laboratorio lavoreremo sulla gravità, vedremo come possiamo sviluppare il movimento tramite il nostro “incontro” con il pavimento e della fluidità nel movimento che si creerà. Esploreremo la parte fluida di noi e come si svilupperà durante le lezioni, parte fluida che costituisce la maggiore parte della nostra massa corporea, prima di andare all’incontro e all’ascolto del movimento degli altri corpi per sentire come galleggiare sulle onde del movimento, delle nostre danze condivise senza sforzo inutile. (foto: Jean-Luc Fortin)

hhh

Titolo del workshop di Urs Stauffer (evento 30 Dicembre – 2 Gennaio):

Esplorando tramite il Body-Mind Centering®

In questo laboratorio osserveremo i corpi in movimento del punto di visto del Body-Mind Centering (BMC®). Le due pratiche, Contact Improvisation e BMC hanno una lunga storia e tradizione nell’inspirarsi ed informarsi a vicenda. Di solito viene incluso il BMC per capire e sviluppare dei principi di CI. Ma durante questo laboratorio metteremo il BMC al centro delle nostre esplorazioni. Il sostegno dei organi e il modo in quale sono legati allo scheletro e ai nostri muscoli sarà al centro della nostra ricerca.

 

Titolo del workshop di Urs Stauffer (evento 2 – 5 Gennaio):

Spazi multipli e Contact Improvisation

Quattro ore di lavoro per sviluppare la ricerca del movimento in rapporto con la nostra percezione dello spazio.
Lo spazio è un partner onnipresente che esploreremo e con cui giocheremo cercando di connetterci lo spazio interno, lo spazio esterno, lo spazio che attraversiamo e quello che ci attraversa.
Lavoreremo inoltre sul come trovare uno spazio di incontro con i nostri partner di danza.

Body-Mind Centering® e BMC® sono marchi registrati di proprietà di Bonnie Bainbridge Cohen, usati dietro sua autorizzazione.

Urs Stauffer Insegna la Contact Improvisation con l’accordo di Steve Paxton.

 

uuuuuuu

Ippokratis Veneris (GRE/ITA) insegnante, danzatore, coreografo, artista multiedrico, approfondisce e studia la danza e l’arte in generale da più di 20 anni cosi nelle sue lezioni di contact inserisce elementi dalle varie discipline che ha studiato negli anni come: floorwork, release technique, danza acrobatica, anatomia esperienziale, anatomia applicata, dupuy technique, acrobalance, arti marziali, danza africana, danza classica, teatro danza e tanto altro.
– Nel 2011 ha collaborato con l’Università di Roma “Roma 3″, dipartimento: “Filosofia dell’Educazione” lezione teorica su “Pedagogia, CI e ricerche personali sulla didattica”.
– Nel 2009 e nel 2010 ha ricevuto la residenza a Bruxelles (PARTS-ROSAS Dance Company) e a Roma dalla Regione Lazio per proseguire con la sua ricerca. Le sue opere originali “Buongiorno Amore”, “Afroditi” che sono state presentata al Teatro Olimpico e Teatro Greco, combinano insieme elementi di teatro e danza.
– 2018 premio: il suo lavoro coreografico per Pina Bausch “The Nelken line in Rome”. un video progetto internazionale di 25 danzatori da 11 nazioni differenti, riceve il secondo premio al Lazio film Commission Festival Attualmente si lavora sul documentario del backstage. Potete vedere il video seguendo il link: https://vimeo.com/273466482
– Nel marzo del 2014 è stato ospite insieme a Giulio Tremonti (ex ministro dell’economia italiana), Romano Prodi (ex primo ministro italiano ed ex presidente della comunità Europea), Ermanno Olmi (regista) alla trasmissione televisiva “fischia il vento” di Gad Lerner per Repubblica tv e canale Effe.
– Ha collaborato, insegnando e fatto spettacoli di improvvisazione, con l’Ente Teatrale Italiana.
– È docente di contact improvisation presso la scuola di teatro “il Cantiere Teatrale”.
– Insegna regolarmente due volte alla settimana Contact Improvisation sviluppando il suo metodo. – Insegna spesso in diversi posti in Europa.
– Ha collaborato con Roberto Castello-Aldes per «racconta» premio UBU come miglior spettacolo di danza-teatro dell’anno in Italia e con molti altri.
– Nel 2011 ha deciso di non presentare più spettacoli per concentrare le sue energie sulla ricerca sulla natura umana e la saggezza dei nostri corpi.
– Co-fondatore di CORE una associazione di coreografi del centro Italia per promuovere i diritti delle arti dello spettacolo dal vivo.
– Co-fondatore di RomaContact. Un collettivo di danzatori che promuovono e danno spettacoli di improvvisazione e Contact Improvisation.
– Ha organizzato gli ultimi 8 anni molti eventi d’arte e laboratori invitando insegnanti provenienti da tutta l’Europa.
– Vive a Roma dove si è laureato alla scuola “L’Officina” dove ha studiato la tecnica rilease, tecnica Dupuy, contact improvisation, improvvisazione e composizione istantanea. Come coreografo, ballerino e improvvisatore ha organizzato e partecipato a diversi eventi, negli ultimi dieci anni.
– Ha studiato con molti coreografi e partecipato a numerosi laboratori di teatro fisico, danza contemporanea, composizione coreografica e di contact improvisation.
– Ha studiato sociologia alla Sapienza e 5 anni di chitarra classica presso il conservatorio di Iraklio.

 

Tema del laboratorio di Ippokratis Veneris (evento 27 – 30 Dicembre) “are you in axis?” 


In questo workshop esploreremo un principio molto importante della danza e della Contact Improvisation, l’uso del proprio asse e l’asse del duetto.

Come singoli lavoreremo su: Essere in asse e centrati, come usare le dinamiche per ballare fuori asse con un movimento fuori equilibrio. Come duetti lavoreremo su: trovare e muoversi nello spazio attraverso l’asse comune, le danze centripete e centrifughe, accettare e goderci della sfida del fuori asse comune, creare piccoli “voli” usando il movimento fuori asse del duetto.
Il focus del workshop sarà su come arricchire la nostra danza, arricchire la nostra creatività e ballare in modo più giocoso.

c

Tema del laboratorio di Ippokratis Veneris (evento 30 Dicembre – Gennaio): 
Ascolto e comunicazione, dare e ricevere, accettare ed offrire

 

Come posso dare, offrire la mia presenza al mio partner essendo disponibile ed aperto fisicamente, mentalmente, energeticamente a comunicare?
Lavoreremo sul come essere presenti -qua e adesso- e in ascolto di noi stessi e dei partner. Esploreremo, mentre balliamo ed improvvisiamo, come accettare e come offrire per diventare il nostro incontro, una danza comunicativa, fluida ed aperta; diventare la nostra danza un vero incontro e un viaggio.
Le parole chiavi di questi incontri saranno: energia, libertà, apertura, accettazione, vuoto-pieno.

 

 

Tema del laboratorio di Ippokratis Veneris (evento 2 – 5 Gennaio): “La leggerezza”

In questo laboratorio esploreremo i vari modi con i quali possiamo far diventare il nostro corpo leggero ballando con il nostro partner.
Respirazione, integrazione di corpo e movimento, sensibilità – agilità, anatomia, sospensione, esercizi di “ingegneria corporea” ed ascolto saranno alcuni dei temi che affronteremo in questi incontri con l’obbiettivo di ballare in modo più libero, leggero, aereo e creativo. 

 

ANGELINA YERSHOVA è una compositrice, pianista e producer originaria del Kazakistan. Figlia d’arte, inizia a suonare il pianoforte e a comporre la propria musica a soli 4 anni, per poi iscriversi al Conservatorio Nazionale “Kurmangazy” di Almaty (Kazakistan) dove si laurea sia in pianoforte che in composizione e direzione d’orchestra. Trasferitasi a Roma, si laurea in Musica Elettronica presso il Conservatorio di S. Cecilia.
E’ fondatrice di “Twin Paradox Records”, label di musica elettronica sperimentale con quale ha pubblicato una serie dei album: “CosmoTengri” , “Resonance Night”, “Piano’s Abyss”, “Karmàn Vortex” e “InQuiet”.
Ha cominciato il suo percorso artistico eseguendo Musica Classica, ma le sue esperienze musicali si evolvono con libere deviazioni in ambito della Musica Elettronica, Contemporanea e Sperimentale.
Ha partecipato come compositrice e pianista a concorsi e festival internazionali alcuni dei quali: “Meta.Morf” (Norway), “Staten Island Waterfront Festival”(USA), “11-th International Rostrum of Electroacoustic Music”(USA), “Musica Viva” (Germany), “EMUFest”(Italy), “Nuova Consonanza” (Italy), “Trans Art” (Kazakhstan), “IlhomXX” (Uzbekistan) e altri.
Ha composto per diversi formazioni orchestrali, musica da camera e strumenti solisti e anche per differenti stili musicali, musica per film, teatro, danza, video arte, installazioni ed altro. Ha collaborato con i compositoriinventori: Mario Bertoncini e Simone Pappalardo e con DJ / compositore Ken Karter, con la rock bandBelladonna come arrangiatore e direttore d’orchestra.
Con Stefano Giovanardi (astronomo del Planetario di Roma) nel 2008 ha fondato il progetto Astroconcert, che si determina come unione fra aspetti performativi musicali ed astrofisica. È compositore di una serie di Astroconcerti fra cui: “Stellar Vibrations”, “Destination Infinity”, “Cosmic Echoes”, “Voyager Cords”, “Aurora Borealis”, “Icy Rose 67P”.
Dal 2009 collabora in qualità di compositore in vari studi Radio e Televisive, tra cui Rai e Mediaset, ha composto per i programmi TV alcune dei quali: “La Tredicesima ora”, “Report”, “Matador”, “Next”, “On the Road”, “Primo Movimento”. Nel suo ultimo progetto artistico «CosmoTengri» compositrice sviluppa il grande tema della salvaguardia della natura e dell’ecosistema del Pianeta partendo dalla propria terra – il Kazakistan – per arrivare a temi globali legati a deforestazione e sostenibilità. Il filo conduttore dell’opera è il mitico Tengri (Dio del Cielo Blu), una figura suprema dell’antica religione dell’Asia centrale caratterizzata da sciamanesimo. La sua poetica si esprime attraverso la ricerca di nuove concezioni musicali, con esperienze artistiche nella musica strumentale, computer music, live electronics, interazioni di genere misto, sonorizzazioni ambientali e progetti dedicati al ecologia. Per quanto riguarda la composizione si orienta in elettronica, dove coniuga l’aspetto sperimentale con alcuni elementi di musica classica, contemporanea, etnica, elettronica sperimentale e dron ambient.
website: http://angelinayershova.com/discography/
bandcamp: https://twinparadoxrecords.bandcamp.com/

 

ttttttttt

Giusi Bulotta si forma musicalmente alla Scuola Popolare di Musica di Testaccio) a Roma, dove studia teoria musicale, improvvisazione jazz e strumento (basso elettrico). Successivamente intraprende privatamente lo studio del contrabbasso con il Maestro Andrea Pighi.
La formazione prosegue in contesti anche molto eterogenei dal punto di vista artistico ma comunque sempre contraddistinti da una sperimentazione interdisciplinare, attraverso l’esplorazione dei linguaggi performativi di teatro, musica, danza e arti visive, in un’ottica quindi di produzione artistica interdisciplinare.
Ha frequentato la scuola di teatro Padiglione Ludwig di Roma diretta da Martino D’Amico e Roberto Valerio.
Si occupa di Didattica della musica, nell’ambito della quale si forma inizialmente presso il Centro Didattico Musicale CDM di Roma, specializzandosi come Operatrice Musicale per la Scuola dell’Infanzia e Primaria in Educazione elementare alla musica e alla danza secondo l’Orff-Schulwerk.
Frequenta presso l’Associazione Italiana Jaques-Dalcroze, il corso di operatore di musica in movimento per l’insegnamento e la pratica della musica in ambito scolastico (Scuola dell’Infanzia e Primaria) basato sulla Ritmica Dalcroze.
Frequenta il Corso Nazionale di Formazione AIGAM (Associazione Italiana Gordon per l’Apprendimento Musicale) “L’educazione musicale del bambino da 0 a 6 anni secondo la Music Learning Theory di E.E.Gordon” e diventa Insegnante Associato AIGAM.
Ha frequentato i seguenti Seminari di formazione:
– ll corpo in movimento secondo Laban: flusso, peso, spazio e tempo (Jan Burkhardt);
– La creatività attraverso l’improvvisazione dei bambini e dei ragazzi dai 6 anni in su (Christopher Azzara);
– Il respiro incontra la voce: un viaggio dalla percezione corporea all’espressione vocale (Catharina Kroeger);
– Le attività di gioco educativo musicale con i bambini in imitazione e assimilazione (Maria Grazia De Paulis).
In qualità di insegnante associato AIGAM ha tenuto corsi di Musicainfasce® per bambini (0-3 anni) e Sviluppomusicalità® presso varie strutture pubbliche e private a Roma e provincia: Ha tenuto laboratori di Propedeutica musicale (6-10 anni) presso la scuola di musica Percentomusica a Roma.
È membro fondatore dell’Ensemble musicale “Mediterrante” con il quale svolge regolarmente “Lezioni concerto” basate sui principi della MLT di E. Gordon presso il Teatro Keiros di Roma o presso scuole di musica (SPMT) ed altri spazi associativi. Il repertorio è costruito immaginando un viaggio musicale tra i paesi del mediterraneo ed è costituito da brani della musica tradizionale o di autori contemporanei di paesi afferenti l’area del mediterraneo.
Ha frequentato numerosi laboratori e workshop internazionali di improvvisazione libera (Alberto Popolla, Tim Hodgkinson, Eugenio Colombo, Nicola Guazzaloca; Carlos Zingaro, Axel Dorner).

Ha suonato in diverse formazioni di musica Jazz, Blues, musica etnica e musica improvvisata, alla quale attualmente si dedica principalmente, sia in formazioni stabili (RES Trio, Duo con Luca Venitucci, Cinetico Ensemble) sia in collaborazioni occasionali o all’interno di collettivi di improvvisazione (“NED nostra etichetta discografica” e “Collettivo Franco Ferguson”). In ognuno di questi ambiti ha attuato un percorso di ricerca e sperimentazione musicale anche attraverso l’interazione con altre forme d’espressione artistica (Danza, Video produzioni).
Ha partecipato a Festival internazionali di musica improvvisata (Oooh Festival – luglio 2018, Ragusa Ibla, Italia), (MIA Festival – maggio 2018, maggio 2019, Atouguia da Baleia Portogallo), (Barcellona Improfest – marzo 2019, Spagna).”

 

 

ttttttttt

Claudio Jalesh Petrassi è Pratictioner (operatore) Watsu; ha studiato Psicologia Clinica e si è specializzato nel Counseling per l’età evolutiva e nell’Art-Counseling; svolge docenze presso la scuola di Counseling “ASPIC”; ha svolto attività sportello di ascolto presso alcuni istituti scolastici; ha svolto attività di counseling nell’ambito dell’HIV, presso il Policlinico Umberto I di Roma; conduce dei gruppi sulla genitorialità, paura del volo e paura dell’acqua; ha progettato e svolto percorsi di sostegno attraverso il Watsu per ragazzi con diagnosi di autismo e nella disabilità in genere; mensilmente propone Watsu per la coppia in Belgio (Brusselles); organizza delle giornate di Watsu bebè, dove insieme ai genitori si gioca e ci si prende cura dei loro piccoli sia a terra che in acqua; conduce gruppi di AI-CHI (Taichi acquatico); coconduce gruppi di ipnosi in acqua calda; organizza percorsi formativi del Massaggio Californiano; si è formato in tecniche Psico-corporee come il Massaggio Californiano e lo Jin Shin Do. www.counseling-watsu.com ”

ooooooo

 

llllllll

Share